chiudi menu
scroll down
accadimenti e cerimonie
cronache
cronache
cronache

Siamo casi difficili

Siamo casi difficili. Una libera Compagnia di uomini e cavalli che non vuole abbandonare le proprie montagne. Una follia troppo umana nel tempo delle aree metropolitane, nel regno dei numeri, delle percentuali, dei social media. Big data e algoritmi.

Qui, sui monti, frane e viadotti. Lento sgretolamento.
Echi di terre in moto.

manifesto

2010–2011

nasce la Corte Transumante di Nasseta. Argine contro l’abbandono delle terre alte ben posizionato nell’Appennino tosco-emiliano.
Un crinale cavalcante.

2012

a Reggio Emilia, nei Chiostri di San Pietro, debutta SAGA opera equestre.
Una visione, una illusione, ci fa transumare in alta Lunigiana.
Un destino inscritto nel nome.

2013

la visione diventa prigione. Lo spazio si stringe a soffocamento. SAGA il canto dei Canti diventa l’unico nostro orizzonte e bisogna pur vivere.
Obbligati ad una fuga nel tempo. A ritroso.

2014

un arcaico patto diventa presupposto per la messa in scena di un teatro barbarico.
Partitura per voce, cavalli, incudine, con mantice e bordone

2015

nasce la Fondazione Giovanni Lindo Ferretti SAGA il Canto dei Monti.
È il prezzo del riscatto, si torna a casa. Bisogna ricostruire su solide fondamenta.

2016

la Cerimonia del sé, a Palazzo Te

Siamo vivi, spesso in affanno, cavalli e cani in forma smagliante.
Le montagne ci sovrastano in un ciclo geologico di cui siamo forse un battito di ciglia.
Per questo alziamo gli occhi ai monti: da dove verrà il nostro aiuto?
Non vorremmo essere che qui. In questa incerta ora.
Appennino nord occidentale, juxta fluvium qui vocavit Siccla.

Teatro barbarico

Niente. Nessun movimento, nessuna presenza, poi eccola: un’orma. Seguirne la traccia è mettersi in viaggio, l’inizio di un cammino.
Così è stato per la caccia, così è stato per la guerra, così nella ricerca della divina scintilla che abita l’uomo. Così è per noi.

Cavallo del Ventasso

È una cartolina degli anni '60, la si poteva trovare in ogni bottega, in ogni bar, risalendo la strada statale oltre lo Sparavalle.
Tutti almeno una volta l'hanno comprata, scritta, spedita o ricevuta.
Ha segnato l'immaginario di una generazione di montanari e di cittadini reggiani.

Cronache

Frequentavo cavalli da bambino, li ho inseguiti già uomo cercavo, speravo, pregavo per farmi trovare.
Mi hanno trovato.
Non sono gli ultimi arrivati. Ci sono sempre stati

Accadimenti e cerimonie

Accadimenti è la dimensione pubblica della Fondazione. Le cose nel loro succedere.
Cerimonie la messa in scena, il manifestarsi del teatro barbarico.